Soluzioni ecoCreative

inquinamento indoor

Inquinamento indoor: cause e rimedi con la VMC

L’inquinamento indoor indica lo stato dell’aria interna che respiriamo nelle case, negli uffici e in tutti i luoghi al chiuso che solitamente reputiamo salubri e sicuri. Ebbene, tutti questi ambienti confinati sono in realtà dei veri e propri contenitori di agenti inquinanti, allergeni e anidride carbonica, dannosi per la nostra salute sia nel breve che nel lungo termine.

Oggigiorno sentiamo parlare molto spesso di inquinamento indoor, soprattutto perché siamo sempre più abituati a trascorrere del tempo in ambienti chiusi. Spesso ci troviamo addirittura a lavorare da casa, sempre nella stessa stanza, senza la possibilità di cambiare aria per tutto il giorno.

Soprattutto in inverno, capita molto spesso di rimanere confinati in casa e in ufficio, dimenticandosi di aprire le finestre per arieggiare gli ambienti.

Allo stesso modo, in estate siamo restii ad aprire i balconi e gli infissi per evitare di disperdere il fresco generato dal condizionamento dell’aria.

Inquinamento indoor cause

Come ci spiega il ministero della salute, i principali colpevoli dell’inquinamento indoor sono gli agenti fisici e biologici, (che provengono principalmente dall’esterno) e gli agenti chimici. La presenza di fonti nocive e le semplici attività umane (la doccia, la cucina) contribuiscono quindi a inquinare l’aria che respiriamo.

Tra le particelle che contribuiscono a causare l’inquinamento interno troviamo:

  • l’anidride carbonica, che rilasciamo respirando ossigeno;
  • il radon, soprattutto per gli appartamenti e le case al piano terra, che sono in contatto con questo gas cancerogeno rilasciato dalla terra;
  • I composti organici volatili (COV), contenuti in molte vernici;
  • detersivi, soprattutto quelli molto profumati, aggressivi per le mucose;
  • la formaldeide, contenuta in colle e in mobili in truciolato;
  • l’amianto;
  • le polveri prodotte da stampanti e fotocopiatrici;
  • il benzene contenuto nelle colle.

Scopriamo invece in quali situazioni viene prodotto l’inquinamento indoor perché, come anticipato, le semplici attività umane contribuiscono a incrementare questo tipo di emissioni.

Scarsa ventilazione degli ambienti

Se la nostra casa è dotata di infissi ermetici e molto performanti e soprattutto se spesso ci dimentichiamo di aprire le finestre per arieggiare, sarà facile contribuire all’aumento dei livelli di inquinamento domestico.

Presenza di animali e piante in casa

Le piante e gli animali, esattamente come gli esseri umani, emettono anidride carbonica con il consumo d’ossigeno. Se in casa hai animali o piante, o se hai entrambi, sarà quindi necessario arieggiare gli ambienti ancora più spesso!

Umidità in casa: gli effetti di doccia e cucina

Anche un’eccessiva o scarsa umidità in casa può contribuire ad incrementare gli squilibri che riguardano la qualità dell’aria.

Con una corretta ventilazione sarà quindi possibile abbassare il livello di vapore acqueo prodotto dalle docce o dai fumi della cucina. Sebbene non sia pericoloso come l’inquinamento, il vapore produce muffe e umidità, che sono tra le principali cause di allergie.

Allo stesso modo, una scarsa umidità potrebbe causare l’irritazione delle mucose respiratorie.

Scarsa pulizia dei filtri del condizionatore

I filtri del condizionatore ospitano tutti i microorganismi e i batteri accumulatisi nel tempo. Sarà importante pulire i filtri del condizionatore spesso ed eliminare gli acari e i batteri che vi si annidano.

Inquinamento indoor rimedi

Ma quindi come possiamo ridurre i livelli di inquinamento indoor?

Basterà iniziare da semplici accorgimenti. Aprire le finestre per arieggiare più spesso è sicuramente alla base di un’ottima gestione dell’aria che respiriamo.

Ma se siamo in inverno? Sarà sicuramente difficile aprire le finestre a gennaio o febbraio, o comunque nei mesi più rigidi dell’anno, disperdendo tutto il calore accumulato in casa grazie al riscaldamento (e sprecando anche un bel po’ di soldi!)

Anche in estate non capita così spesso di aprire le finestre, soprattutto in giornate torride e poco ventilate, durante le quali preferiamo rintanarci in casa tra condizionatori e ventilatori.

La soluzione? La Ventilazione Meccanica Controllata, ovviamente!

rimedio definitivo contro la muffa

Ventilazione meccanica controllata anti inquinamento indoor

La Ventilazione Meccanica Controllata, o VMC, è un sistema di ricircolo dell’aria automatico e continuo che ci permette di arieggiare le stanze senza la necessità di aprire i serramenti. Ciò permette di preservare la temperatura interna ed evitare gli sbalzi di calore, sia in estate che in inverno.

Scopri di più sulla Ventilazione Meccanica Controllata leggendo il nostro articolo.

Soluzioni ecoCreative si occupa di Ventilazione Meccanica Controllata a Torino e provincia e in tutto il Piemonte e offre VMC automatizzate e a basso consumo energetico. Chiamaci al +39 0124425756 o scrivi a info@soluzioniecocreative.it per ricevere informazioni.

Su questo sito Web utilizziamo strumenti proprietari o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie vengono normalmente utilizzati per consentire il corretto funzionamento del sito (cookie tecnici) e per generare report sull’utilizzo della navigazione (cookie statistici). Non usiamo, per pubblicizzare i nostri servizi / prodotti, cookie di profilazione.
Possiamo utilizzare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici. Abilitando questi cookie, ci aiuti a offrirti un’esperienza migliore.  Cookie policy – Privacy policy